Alt , fermi tutti, un mio amico ha trovato questa leggenda che io considero stupenda (forse perchè è una storia che
mi ronzava in testa da un pò, e prima o poi penso che scriverò un romanzo breve o un racconto lungo in merito)
Spero la apprezziate quanto me, perchè credo che sia una delle cose più belle da me ricevute.
Onore al mio amico che l'ha resa ancora più bella, arricchendola con  musica ed immagini indovinate.
Lodovisca
 
Book
 
Anime  gemelle
( Midi: Amici mai - Antonello Venditti )
 
"Questo non conoscersi, per poi riprendersi
è una tortura da vivere"
 
Narra un'antica leggenda di due anime smarrite nei labirinti della vita
che un giorno, per incanto, si ritrovarono …
In una notte persa ormai nel tempo, quando il mondo non era ancora abitato
e le anime non avevano un corpo in quanto si crogiolavano in quella sorta di limbo
che precede la vita, fu costruita una nave a forma di chiave di violino  nella
quale vennero imbarcate per volere del Grande Mago, tutte quelle essenze
che avrebbero popolato il nuovo mondo racchiuse in un'armatura che
oggi chiamiamo corpo terreno.
L'imbarcazione non riusciva a contenere tutti i passeggeri ed il comandante decise
di effettuare due viaggi; ovviamente le anime si ribellarono, non volevano essere separate
ed iniziarono a stringersi l'una a l'altra creando un cordone fitto e saldo che qualcuno
al di sopra di loro, munito di poteri magici, spezzò creando una tromba d'aria.
Le creature, malgrado la salda unione, non ebbero la forza di resistere
al vento implacabile e si separarono volando lontano..
 
Nel gruppo dei dispersi c'erano Sun e Moon , anime che si amavano follemente
e che non potevano assolutamente vivere separate.
Il Mago addormentò tutti tranne i membri dell'equipaggio della nave che stivarono
i passeggeri nelle cuccette prendendoli a caso fra la massa di essenze inanimate
che si era creata attorno l'imbarcazione.
La nave salpò emettendo la sua melodia nei cieli variopinti di aurore boreali
passando attraverso nuvole di zucchero filato fino a raggiungere il nuovo mondo.

Arrivate sulla terra, le anime si risvegliarono accorgendosi
di aver perso la propria anima gemella ….
Davanti agli occhi del Grande Mago si presentò una scena orribile : 
le sue creature piangevano e si disperavano.
Allora prese il sidro dell'oblio e lo mischiò al nettare del tangibile
 invitando tutti a berlo ed all'improvviso ciascuno dimenticò il
 proprio passato e si incarnò nel corpo terreno.

Molto più lontano, nel mondo etereo, c'erano altri passeggeri
che aspettavano d'imbarcarsi nella nave a forma di chiave di violino ….
Fra la folla si aggirava Moon disperata perché non riusciva a trovare il suo Sun.
Improvvisamente si sentì una voce che fece tacere tutti , era il Grande Mago
che iniziò ad elencare i nomi dei passeggeri che avevano raggiunto i
l nuovo mondo e fra quelli c'era anche Sun ……
Moon allora smise di piangere convinta che, una volta giunta sulla terra,
avrebbe potuto riabbracciare il suo amore.

Il Mago, infatti, non aveva avvisato le creature eteree che le anime incarnate
avevano bevuto una pozione magica per dimenticare il passato !
La nave salpò nuovamente emettendo la sua melodia nei cieli variopinti
di aurore boreali fino a raggiungere il nuovo mondo.
Le essenze si affrettarono a scendere dall'imbarcazione convinte di trovare
i propri cari ad accoglierle ma lo spiazzale era completamente vuoto
e nell'aria c'era un silenzio inquietante.

Il Grande Mago si affrettò a preparare nuovamente il sidro dell'oblio mischiato
al nettare del tangibile e prima di farlo bere alle creature eteree disse loro :
" Ora non vedete ad accogliervi le vostre anime gemelle ma ricordate
che siete tutti destinati a rincontrarle lungo il cammino dell'esistenza!
Brindate alla nuova vita e tutto sembrerà migliore ! "

Le creature bevvero tutto d'un fiato
dimenticando il passato ed incarnandosi nei nuovi corpi.
La nave questa volta partì definitivamente per il mondo etereo
lasciando ciascuna anima al proprio destino umano.
Sun ormai viveva sulla terra da molti anni e non ricordava più
nulla ma quel giorno sentì qualcosa crescere dentro di lui …
Un misto di malinconia ed euforia come se percepisse che il suo amore
si era incarnato e potesse incontrarlo da un momento all'altro.
I due innamorati, separati dal Grande Mago, divennero grandi
e con loro crebbe un senso di solitudine dilaniante;
sentivano di essere incompleti ed erano infelici.

Un giorno, per una serie di coincidenze magiche, si rincontrarono
e per la prima volta da quando si erano incarnati, si sentirono completi ….
Era come se si conoscessero da un'eternità …..
Parlarono a lungo ricordando improvvisamente il viaggio che li aveva separati,
quando ancora erano pura essenza, e capirono di essersi ritrovati.

La loro bellissima storia non finirà mai perché le anime gemelle
quando si ritrovano sono destinate come per magia a non separarsi più ...
 
 

Albero della vita                                                                                        Amore e follia

Indietro

HomePageHomePage                                                                  Scrivimi