E  SE  DOMANI
 

Questa bellissima canzone stava per essere "persa" per sempre.
Essa partecipò al Festival di San Remo negli anni '60
(l'anno esatto non lo ricordo).
La cantava Fausto Cigliano,
un cantante melodico molto noto a quei tempi.
Era un cantante napoletano,
la cantò anche bene,
anche se in modo troppo lento, senza ritmo.
La canzone non piacque e fu eliminata subito.
Mina,
la grande Mina,
dopo le delusioni provate al Festival di San Remo
(quando non era ancora la grande Mina)
aveva promesso a se stessa che non vi avrebbe più partecipato
e così fu infatti.
Ma quell'anno Mina aveva in TV una trasmissione tutta sua
che si chiamava "Studio 1" e così dopo che ci fu il Festival,
lei iniziò a presentare in questa trasmissione alcune canzoni,
intitolando questo siparietto
 
San Remo cantato da me
 
e fu lì che interpretò per la prima volta
"E se domani".
E' grazie a Mina se possiamo ancora oggi cantare
 
 
E se domani
io non potessi
rivedere te
 
Mettiamo il caso
che ti sentissi
stanco di me
quello che basta
all'altra gente
non mi darà
nemmeno l'ombra
della perduta
felicità
 
E se domani
e sottolineo se
all'improvviso
perdessi te
avrei perduto
il mondo intero
non solo te